Vivere per la proposta di legge Eutanasia Legale

Libertà sessuale, libera sessualità- 1976 - Adele Faccio

I colori di Emma BONINO. Una DONNA Istituzionale e oltre....

Alba Montori su Facebook

venerdì 21 marzo 2014

Grazie Presidente Napolitano. L’intendance suivra. Da Associazione Luca Coscioni

Newsletter quindicinale su temi bioetici e diritti civili
Numero 53 - 21 marzo 2014
a cura di Carlo Troilo
 
Grazie alla lettera inviatami dal Presidente Napolitano , finalmente il Parlamento si muove. Il Presidente della Camera Laura  Boldrini ha di nuovo sottoposto alla Conferenza dei Capigruppo l’esigenza di affrontare la nostra legge sulla eutanasia, che è stata assegnata alle commissioni Giustizia e Affari Sociali .  Il Presidente ha anche ricordato che sono giacenti nelle commissioni tre proposte di legge sul testamento biologico di cui non è mai iniziato l'esame. Fra le moltissime dichiarazioni di deputati e senatori, tutte aperte al confronto anche se su posizioni ideali diverse, particolarmente importanti quelle di Emilia De Biasi, presidente della Commissione  Igiene  e Sanità del Senato, e di Pierpaolo Vargiu,   presidente della Commissione  Affari Sociali della Camera.  Attendiamo ora  la presa di posizione del Presidente Grasso, preceduta peraltro dalla dichiarazione dei senatori del PD, pronti alla discussione della legge. A battere tutti in velocità – ed in sensibilità politica – è stato il Presidente dei senatori PD, Luigi Zanda, un amico cui va il mio personale ringraziamento.  Il Capo dello Stato potrebbe dire, come un tempo fece De Gaulle: “L’intendance suivra”.
Giovedì, al terzo giorno di sciopero  della fame, ho distribuito volantini con i dati sui suicidi di malati e sulla eutanasia clandestina dinanzi alla Camera dei deputati: un “presidio” che andrà avanti – con l’aiuto dei dirigenti della Associazione ed anche di personalità esterne -  fino a quando inizierà concretamente la discussione della nostra legge.
Grazie per il forte sostegno alla mia iniziativa a tutti i dirigenti e collaboratori della Associazione (in particolare a Marco Cappato, responsabile della campagna Eutanasia Legale, al segretario Filomena  Gallo e alla instancabile addetto stampa Valentina Stella). Grazie a Radio Radicale. Grazie a Chiara Rapaccini, compagna di Mario Monicelli, a Luciana Castellina, compagna  di Lucio Magri, al figlio di Carlo Lizzani, Francesco, che hanno accettato di unirsi a noi nella battaglia  per la morte dignitosa. Grazie ai “vecchi combattenti” Mina Welby e Mario Riccio e ad Umberto Veronesi e Beppino Englaro per i loro caldi messaggi di solidarietà umana e civile.  Grazie alla stampa , che questa volta ha capito appieno il valore della nostra iniziativa.

***************************************************************

La battuta romanesca è stata detta da due ginecologi obiettori in un ospedale romano in cui ancora una volta una donna stava partorendo da sola nella sua stanza.  A questa storia – raccontata dalla ginecologa romana Claudia Ceccarelli – si aggiunge quella di una sua collega genovese, Rossana Cirillo,  che dopo 25 anni di aborti effettuati da sola in un clima ostile si è arresa dichiarandosi obiettore. La goccia che ha fatto traboccare il vaso: le migliaia di  donne immigrate da ogni dove, che la Cirillo definisce con efficacia “disperate figlie della miseria e della prostituzione”.  E mentre  il Consiglio d’Europa condanna l’Italia perché  il numero eccessivo di medici obiettori viola la libertà sull’aborto prevista dalla legge 194, la ginecologa romana propone come soluzione l’uovo di Colombo: l’accesso alla specializzazione dovrebbe essere precluso ai medici che non intendono praticare l’aborto.  A Papa Francesco – che riempie le pagine del giornali con le sue aperture sui temi etici- si dovrebbe chiedere se la Chiesa – oltre ad enunciare buoni propositi – vuol fare qualcosa almeno per “le figlie della misera e della prostituzione”.

***************************************************************

Ricordo che il 4-5-6 aprile a Roma si terrà il Terzo Incontro del Congresso Mondiale per la libertà di ricerca scientifica  (primo giorno alla Camera dei Deputati, secondo e terzo giorno al Campidoglio), organizzato dall’Associazione Luca Coscioni e dal Partito radicale, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero della Salute e di Roma Capitale, che ha come titolo “Colmare il divario tra scienza e politica”. In attesa dell’appuntamento di aprile, è utile leggere gli atti dell’incontro preparatorio, in formato e-book, scaricabili sul sito di Amazon .


Notizie dall'Italia
 Approfondisci
Notizie dal mondo
 Approfondisci



 
"Maratoneta"
 
Riascolta l'ultima puntata della nostra trasmissione
 
 Riascolta
 
 
Dona ora
 
Come fare per iscriversi e contribuire per il 2014
 
Guarda come
 
 
5x1000
 
Anche per il 2014 puoi donarci il tuo 5x1000
 
Maggiori in formazioni


Associazione Luca Coscioni
Via di Torre Argentina 76 - 00186 Roma
Tel. 0668979286, Fax.  0623327248

Nessun commento: