Vivere per la proposta di legge Eutanasia Legale

Libertà sessuale, libera sessualità- 1976 - Adele Faccio

I colori di Emma BONINO. Una DONNA Istituzionale e oltre....

Alba Montori su Facebook

sabato 11 gennaio 2014

Ministro degli Esteri in Austria a 27 anni.

VENERDÌ, 13 DICEMBRE 2013 15:25

Sebastian Kurz, Ministro degli Esteri austriaco già a 27 anni

Il ministro più giovane della storia dell'Austria ha solo 27 anni. Si tratta di Sebastian Kurz, appena nominato Ministro degli Esteri. Ma chi è in realtà il capo della diplomazia austriaca?
Sebastian Kurz, Ministro degli Esteri austriaco già a 27 anni
Appena ho letto la notizia che il Capo della Diplomazia austriaca ha solo 27 anni, sono rimasto a bocca aperta. La mia prima domanda fu: ma come fa un ragazzo così giovane ad essere messo a capo di uno dei dicasteri più strategici di un paese?
In proposito, una mia considerazione personale, su questa recente nomina: in Italia, la politica tende a favorire chi ha una certa età, mettendo da parte i giovani e tenendoli alla larga. Questo comportamento ha anche un pesante riflesso sulla situazione occupazionale nostrana, di cui ho già parlato in un altro articolo.
In Austria, invece, il tasso di disoccupazione giovanile era, nel 2012, pari a 8,7%. In Italia, nel medesimo periodo, il tasso di disoccupazione era intorno al 35,3% (Eurostat).
Insomma, mi vien quasi da pensare che non vivrò abbastanza (io che sono solo classe 1984) per vedere un simile evento verificarsi in patria.
Per questo motivo, ho deciso di indagare meglio e capire bene chi è in realtà Sebastian Kurz.
CENNI BIOGRAFICI:
Nato a Vienna il 27 agosto 1986, è laureato in giurisprudenza.Nel 2009, è stato eletto presidente della sezione giovanile del Partito popolare austriaco.
Tra il 2010 e il 2011, è stato membro del consiglio comunale di Vienna.
Nell'aprile 2011, Kurz è stato nominato alla nuova funzione di Sottosegretario di Stato per l'integrazione (che fa capo al Ministero degli Interni).
Alle elezioni Parlamentari del 2013, è stato eletto membro del Parlamento austriaco.
A dicembre 2013, è stato nominato Ministro degli Esteri, all'indomani dell'accordo raggiunto tra i Popolari dell'Oevp e i socialdemocratici del Spoe per portare avanti la Grande Coalizione.
E' considerato un "enfant prodige" della politica e dovrà vedersela con personalità forti del mondo diplomatico che, per mestiere, sono abituate a trattare con Capi di Stato e di Governo per promuovere gli interessi del proprio Paese. Sarà all'altezza?

                                            SCRITTO DA  

******

 
Sono certa che svolgerà bene il suo compito. In Austria la lezione civica asburgica ha prodotto una società moderna, vitale e fondamentalmente sana, in cui ognuno è addestrato fin da piccolo alla responsabilità e alla riflessione.
 Perciò per questo ministro non è questione di età, ma probabilmente di capacità e abilità sviluppate con studio ( conoscenze consolidate) e lavoro ( fatica volta a produrre risultati concreti).
 E non mi stupisce affatto che qui in Italia ci si stupisca di ciò: qui sono poco insegnate fin dalle famiglie e ancor meno incrementate in una società civile solo di nome come la nostra.
 La nostra  ormai consolidata abitudine di considerare "ragazzo" ( con tutte le implicazioni relative di de-responsabilizzazione) anche chi ha da un pezzo superato i 18 anni e magari ne ha addirittura cinquanta mostra la profonda ( e pericolosa) immaturità della stragrande maggioranza della popolazione di questo paese in cui troppa gente si sente praticamente offesa  e defraudata se non gli viene garantito di poter vivere da eterno adolescente a spese preferibilmente di qualcun altro ...

                  Alba Montori

Nessun commento: