Vivere per la proposta di legge Eutanasia Legale

Libertà sessuale, libera sessualità- 1976 - Adele Faccio

I colori di Emma BONINO. Una DONNA Istituzionale e oltre....

Alba Montori su Facebook

lunedì 11 novembre 2013

Come #risparmiare UN MILIARDO e risolvere il problema del #SOVRAFFOLLAMENTO delle #carceri : la #LegalizzazioneDelleDroghe , Parte I

Legalizzazione delle droghe, parte 1 - Un miliardo di risparmio
Domenica, 10 Novembre 2013 00:00 Scritto da  Passioni


Chi di voi si è mai chiesto che cosa succederebbe se venissero legalizzate le droghe in Italia? La situazione della crisi attuale e il messaggio del Presidente della Repubblica al Parlamento mi hanno fatto riflette ed ho fatto alcuni piccoli conti.

Lo scorso 8 ottobre 2013, il Capo dello Stato ha mandato un messaggio alla Camera e al Senato ed ha posto l'attenzione sull'emergenza della situazione carceraria italiana. Tra i rimedi proposti dal Presidente Napolitano, si include anche "a ricorrere il più possibile alle misure alternative alla detenzione e a riorientare la loro politica penale verso il minimo ricorso alla carcerazione, allo scopo, tra l'altro, di risolvere il problema della crescita della popolazione carceraria". Tuttavia, questa non mi sembra una vera e propria soluzione.

Infatti, esistono diverse leggi che prevedono l'arresto sebbene, in alcuni casi, questa misura appare assolutamente eccessiva. Quindi, mi sono chiesto che cosa succederebbe mai se si depenalizzasse una fattispecie specifica, in particolare quella collegata alle sostanze stupefacenti?

Il Ministro della Giustizia, nel corso di un'audizione alla Camera, ha dichiarato che, attualmente, sono presenti circa 64.323 detenuti. Una cifra enorme se si conta che la capienza regolamentare delle carceri italiane è di 47.668 posti[1]. Inoltre, il Guardasigilli ha altresì dichiarato che almeno un terzo della popolazione carceraria è in galera per effetto della legge sulla droga, ossia circa 26.042 detenuti[2].

Quindi, già la semplice depenalizzazione delle sostanze stupefacenti sarebbe una vera e propria soluzione concreta per risolvere il problema delle carceri. Infatti, depenalizzando il reato, cessa di esistere anche il motivo per cui la persona è detenuta, portando, quindi, alla sua scarcerazione.

Vediamo anche le conseguenze anche dal punto di vista del costo delle carceri.

Un detenuto costa allo Stato mediamente 124,96€ al giorno [3]. Quindi, in un anno, il costo sarebbe di 45.610,4€. Moltiplicando questa somma per il numero di detenuti condannati (o accusati) per reati connessi alla droga, il costo si aggirerebbe alla somma di 1.187.786.036,8€ (!!!!!!)

In pratica, la depenalizzazione delle droghe farebbe risparmiare allo Stato Italiano oltre UN MILIARDO DI EURO ALL'ANNO, solo per quanto riguarda le spese connesse alle carceri.

Ma non finisce qui. Quanto si risparmierebbe per i procedimenti giudiziari? E quanto potrebbe guadagnarci lo Stato?

Questa ricerca non finisce qui: appena avrò raccolto i dati, invierò un articolo per evidenziare i risultati delle mie ricerche.

 

________________________________

[1] http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_14_1.wp?facetNode_1=1_5_30&facetNode_3=0_2_10&facetNode_2=0_2&previsiousPage=mg_1_14&contentId=SST963012

[2] http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_14_1.wp?facetNode_1=1_5_30&facetNode_3=0_2_10&facetNode_2=0_2&previsiousPage=mg_1_14&contentId=SST935038

[3] http://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_14_1.wp?facetNode_1=3_1_6&facetNode_2=0_23&previsiousPage=mg_1_14&contentId=SST957890



Nessun commento: