Vivere per la proposta di legge Eutanasia Legale

Libertà sessuale, libera sessualità- 1976 - Adele Faccio

I colori di Emma BONINO. Una DONNA Istituzionale e oltre....

Alba Montori su Facebook

venerdì 16 giugno 2017

RNN 119: Ultimissime dalla Calabria, Parigi e Londra

#119 | 15/06/2017"La vita del Diritto per il Diritto alla vita"  
ISCRIVITI/DONA

Cari** tutt**,
la scorsa settimana è partita la Carovana per la Giustizia del Partito Radicale - a cui partecipano tra gli altri i membri della Presidenza Rita Bernardini, Sergio D'Elia, Antonio Cerrone e il coordinatore calabrese, l'avvocato Gianpaolo Catanzariti - che sta attraversando la Calabria e il 14 giugno il Ministro Andrea Orlando ha fatto una dichiarazione in relazione allo sciopero della fame che Rita sta conducendo da 20 giorni per non dilapidare quanto fatto finora sulla riforma dell'ordinamento penitenziario e sulla legalizzazione della cannabis. A tale riforma il Ministro stesso aveva infatti dato un impulso importante con la convocazione degli Stati Generali degli istituti di detenzione. Successivamente però, i propositi scaturiti da quella grande iniziativa non hanno trovato applicazione e anzi sono a rischio. Da qui nasce l'iniziativa nonviolenta di Rita alla quale il Ministro Orlando dice che "Se questo rapporto non fosse dialettico non sarebbe con il Partito Radicale. Devo dare atto che su questo terreno ha dato un contributo importante di cui faremo tesoro nei decreti attuativi". In basso puoi trovare la dichiarazione completa del Ministro della Giustizia e due lanci di agenzia con la risposta di Rita Bernardini. Il TG2 ha dedicato un servizio all'iniziativa in Calabria, mentre il TG3 ha dedicato qualche secondo allo sciopero di Rita Bernardini.

L'impegno prosegue anche a livello transnazionale, con una tavola rotonda sulla transizione verso lo Stato di Diritto attraverso l'affermazione del diritto alla conoscenza tenutasi al Senato a Parigi con il senatore André Gattolin, Laura Harth e Maurizio Turco e gli storici amici e compagni Sam Rainsy, Vanida Thephsouvanh, Penelope Faulkner. Abbiamo anche avuto la presenza di Daniel Cohn-Bendit che ha ricordato Marco Pannella. Pochi giorni dopo, il 13 maggio, a Londra ho incontrato uno degli avvocati dei familiari dei soldati caduti in Iraq e Lord Taverne, che ha spiegato come anche decisione che ha portato alla Brexit si sia fondata su un cumulo di menzogne e su un dibattito fuorviante.

Ti saluto ricordandoti che quest'anno Nessuno tocchi Caino ha preso la cruciale decisione di rinunciare alle iscrizioni all'associazione stessa per dare la precedenza al Partito Radicale. La storia e il presente di Nessuno Tocchi Caino, con l'approvazione della moratoria universale sulla pena di morte e il lavoro che sta attualmente svolgendo anche in Medio Oriente e Africa per contenere la pena di morte in tempi di guerra al terrorismo, assieme alla decisione di favorire le iscrizioni al PR rinunciando alle proprie, sono ottime ragioni per versare loro il 5x1000. A questa pagina ci sono tutte le istruzioni necessarie.

Ciao!
Matteo 

Giustizia: Orlando, complesso del ddl penale è garantista "Nelle carceri si andrà a trattamento personalizzato"
(ANSA) - ROMA, 14 GIU - "Le critiche al provvedimento erano indirizzate ad alcune parti specifiche della riforma: i processi a distanza e l'inasprimento di alcune fattispecie di reati. Il complesso del provvedimento è garantista". Lo ha detto in un'intervista a "Radio Radicale", in merito al ddl di riforma del processo penale, il ministro della Giustizia Andrea Orlando. Nelmerito dei rilievi mossi allo stesso ddl, Orlando ha affermato: "Penso all'avocazione quando le indagini non producono alcunrinvio a giudizio con l'archiviazione; all'estinzione dei reati quando c'è una condotta riparatoria e, infine, credo che daremo un nuovo respiro all'ordinamento penitenziario. Francamente mi sembra che si sia pensato più al bicchiere mezzo vuoto che nonalla parte piena del bicchiere. Quel bicchiere mezzo pieno - ha spiegato il ministro - era atteso dal Paese da moltissimo tempo e darà una risposta, in termini di efficienza, di tutela dei diritti e di garanzie, a tante persone che oggi ne sono prive".Sui cambiamenti attesi nelle carceri italiane per effetto della riforma dell'ordinamento penitenziario, il ministro Orlando ha precisato: "Negli istituti di pena si andrà verso un trattamento personalizzato: si supererà la massificazione nel trattamento; si costruirà un carcere più rivolto alla rieducazione, alla riabilitazione e al superamento della recidiva che non alla mera segregazione. Non si penserà esclusivamente - ha precisato - alle pulsioni securitarie. Questo - ha aggiunto - è un risultato che deve essere riconosciuto e che è che avrà come contenuto il lavoro fatto negli stati generali dell'esecuzione penale". Sul confronto con il Partito Radicale sulle carceri, Orlando ha puntualizzato: "Se questo rapporto non fosse dialettico non sarebbe con il Partito Radicale. Devo dare atto che su questo terreno ha dato un contributo importante di cui faremo tesoro nei decreti attuativi". (ANSA). 14-GIU-17 14:56

Cannabis: Bernardini, sciopero fame anche per ddl penale
(ANSA) - ROMA, 14 GIU - "Non c'è al momento alcuna ragione per cui io debba interrompere lo sciopero della fame che vaavanti da 20 giorni. Ieri abbiamo subito l'atto di arroganza del Governo che ha messo la fiducia sul disegno di legge che sivoterà oggi nonostante i pesanti rilievi e ammonimenti dell'UCPI e dell'ANM. Accade così che la positiva e incontestata Riforma dell'ordinamento penitenziario sia immersa in una normativa che, per certi versi, addirittura la contraddice. Non c'èragione di sospensione dello sciopero anche perché ancora non abbiamo avuto alcuna risposta dalla ministra della saluteLorenzin sulla concreta possibilità dei malati di potersi curare con la cannabis terapeutica". Lo afferma Rita Bernardini, della Presidenza del Partito Radicale. "Il Parlamento, che cosa sta facendo? Ha archiviato ignobilmente la legalizzazione della Cannabis contribuendo così, nei fatti, a finanziarie le mafie. Allora, in onore di Andrea Trisciuoglio, dell'associazione Lapiantiamo e dei tanti malati che pur in difficili condizioni di salute continuano a lottare continuo il mio sciopero della fame prosegue".(ANSA).

Carceri: 20mo giorno sciopero fame Bernardini contro riforma
(ANSA) - CATANZARO, 14 GIU - È giunta al ventesimo giorno di sciopero della fame la radicale Rita Bernardini, che chiede al Governo di stralciare la riforma dell'ordinamento penitenziario dal ddl penale su cui ha posto la fiducia, prevista per oggialle ore 13. La "Carovana per la giustizia" dei radicali, intanto, è a San Luca ed Africo per la raccolta firme e le iscrizioni. Domani sarà a Catanzaro. Ieri, quinta tappa calabrese, la carovana è stata nel carcere di Palmi. "Ancora una volta - è scritto in una nota - la quasi totalità dei reclusi ha sottoscritto la proposta di legge di iniziativa popolare per la separazione dellecarriere tra pm e giudici: 141 le firme totali, che fanno salire a 1300 le sottoscrizioni raccolte dal Partito Radicale insieme alle Camere Penali locali". Sergio d'Elia, segretario di Nessuno Tocchi Caino, ha sottolineato come "i detenuti stanno dando un grosso contributo sull'obiettivo della proposta di legge, perché vogliono essere liberi, liberi di partecipare, seppur in cella, alla vita politica e democratica del Paese". "Confermata, attraverso diverse iscrizioni - è scritto ancora nella nota - anche la concreta volontà dell'avvocatura di impedire la chiusura del Partito Radicale, con la quale le Camere Penali vogliono poter continuare a collaborare per la conquista di un processo effettivamente giusto e per il ritorno alla legalità delle carceri italiane. Ieri si sono infatti iscritti gli avvocati Giuseppe Milicia, Francesco Giuseppe Formica e Caterina Zaviglia. Il tavolo di raccolta firme a Polistena ha registrato 121 firme per la separazione delle carriere e 4 iscrizioni al Partito Radicale". (ANSA).

 


FOTO DELLA SETTIMANA

    San Luca (RC) 14 giugno 2017:  durante la raccolta firme del Partito Radicale per la proposta di legge di separazione  delle carriere nella magistratura 



Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito

ONG con Status Consultivo Generale di prima categoria presso l'ECOSOC delle Nazioni Unite
NONVIOLENTO-GANDHIANO • TRANSNAZIONALE • TRANSPARTITO • DEMOCRATICO • AMBIENTALISTA • ECOLOGISTA • FEDERALISTA DEMOCRATICO • LAICO • FEDERALISTA EUROPEO • LIBERALDEMOCRATICO • LIBERALSOCIALISTA • LIBERTARIO • ANTIAUTORITARIO • ANTIPROIBIZIONISTA • ANTIPARTITOCRATICO • ANTIMILITARISTA • ANTICLERICALE • ESPERANTISTA
Coordinatore newsletter: Matteo Angioli SEGUI @MATTEO_ANGIOLI | SEGUI @PARTITORADICALE

Nessun commento: