Vivere per la proposta di legge Eutanasia Legale

Libertà sessuale, libera sessualità- 1976 - Adele Faccio

I colori di Emma BONINO. Una DONNA Istituzionale e oltre....

Alba Montori su Facebook

mercoledì 8 febbraio 2017

PapaBergoglio e Trump






Papa Francesco conduce una preghiera in Vaticano alla fine di gennaio.
L'agenda del papa fa di lui una figura di popolarità globale senza precedenti, soprattutto tra i liberali.

( traduzione di AMg)
L'Osservatore Romano, su Reuters
https://mobile.nytimes.com/2017/02/07/world/europe/vatican-steve-bannon-pope-francis.html?emc=edit_th_20170207&nl=todaysheadlines&nlid=54766975&referer=#modal-lightbox


Da Jason HOROWITZ

7 Febbraio 2017
ROMA - Quando Steve Bannon stava ancora dirigendo Breitbart News, è andato in Vaticano a coprire la canonizzazione di Giovanni Paolo II e farsi alcuni amici. In cima alla sua lista di persone da incontrare c'è stato un cardinale americano ultraconservatore, Raymond Burke, che si era apertamente scontrato con Papa Francesco.


In una delle anticamere del cardinale, in mezzo a statue religiose e pareti tappezzate di libro, il cardinale Burke e il signor Bannon - che ora è il rappresentante anti-establishment del presidente Trump - sono ben incollati su una loro visione del mondo condivisa. Hanno visto l'Islam come una minaccia di invasione di un Occidente prostrato e indebolito dall'erosione dei valori cristiani tradizionali, e si consideravano come ingiustamente ostracizzati dalle elite politiche out-of-touch.


"Quando si ritrova qualcuno che si è sacrificato per rimanere fedele ai suoi principi e che combatte battaglie dello stesso genere in campo culturale, in un'area diversa del campo di battaglia, non mi stupisce che ci sia un incontro di cuori, "ha detto Benjamin Harnwell, un confidente del cardinale Burke che ha organizzato l'incontro del 2014.


Mentre il signor Trump, un presidente due volte divorziato che si è vantato delle sue conquiste femminili, può sembrare un improbabile alleato dei tradizionalisti in Vaticano, molti di loro considerano la sua elezione e l'ascesa del signor Bannon come innovazioni che hanno il potenziale di cambiare il gioco.


Proprio come il signor Bannon ha messo assieme i partiti di estrema destra minacciando di far cadere i governi in tutta l'Europa occidentale, ha anche fatto causa comune con gli elementi della Chiesa Cattolica Romana che si oppongono alla direzione che Francesco sta prendendo. Molto condividono il sospetto del signor Bannon che Papa Francesco sia un Pontefice pericolosamente sbagliato, e probabilmente socialista.


Fino ad ora, Francesco ha emarginato o retrocesso i tradizionalisti, in particolare il cardinale Burke; la realizzazione di un ordine del giorno inclusivo in materia di migrazione, i cambiamenti climatici e la povertà ha fatto del papa una figura di popolarità globale senza precedenti, soprattutto tra i liberali. Eppure, in un mondo di nuovo turbolento, Francesco è improvvisamente una figura sempre più sola. Dove una volta Francesco ha avuto un potente alleato alla Casa Bianca in Barack Obama, ora ci sono il signor Trump e il signor Bannon, guru ideologico di questo nuovo presidente.


Per molti degli avversari ideologici del papa dentro ed intorno al Vaticano, timorosi di un pontefice che sembra esteriormente uno zio ma internamente è uno spietato possessore del potere politico assoluto, questo momento rabbioso della storia è l'occasione per far andare fuori strada quello che vedono come un papa dall'agenda disastrosa. Ed in Mr. Trump, e più direttamente in Mr. Bannon, un po' auto-descritti come "Rad Trads" - o tradizionalisti radicali - vedono un leader alternativo che si schiererà per i valori cristiani tradizionali e contro gli intrusi musulmani.


"Ci sono enormi aree in cui noi e il papa ci contrapponiamo, e da fedele cattolico, non voglio passare la mia vita combattendo contro il Papa su questioni su cui non cambierò idea", ha detto Harnwell nel corso di un pranzo a base di cannelloni. "Molto più importante per me sarebbe trascorrere del tempo a lavorare in modo costruttivo con Steve Bannon."


Ha messo in chiaro che stava parlando per se stesso, non per l'Istituto per la dignità umana, un gruppo cattolico conservatore che ha fondato, e ha insistito che ha condiviso gli obiettivi del papa di assicurare la pace e porre fine alla povertà, non solo le sue idee su come raggiungerlo .


Il signor Bannon ha articolato pubblicamente la sua visione del mondo in un discorso pochi mesi dopo il suo incontro con il cardinale Burke, in una conferenza in Vaticano organizzata dall' istituto di Mr. Harnwell.


Parlando via feed video da Los Angeles, il signor Bannon, un cattolico ben distante e indietro contro la secolarizzazione dilagante, contro la minaccia esistenziale dell'Islam, e un capitalismo ormai alla deriva dai fondamenti morali del cristianesimo.


Quel discorso ha raccolto molta attenzione e approvazione da parte dei conservatori, per la sua espressione esplicita della visione del signor Bannon. Meno ampiamente noti sono i suoi sforzi per coltivare alleanze strategiche con quelli di Roma che condividono la sua interpretazione di una teologia di "chiesa militante"di destra.


L'immagine di Mr. Bannon, con discorsi e l'approvazione di Mr. Harnwell come "il ragazzo più intelligente di Roma" sono presenti pesantemente sul sito della fondazione di Mr. Harnwell. Il consulente senior di Mr. Trump ha mantenuto contatti e-mail con il cardinale Burke, secondo il signor Harnwell, che è sceso nella residenza del cardinale dopo pranzo. E un'altra persona attualmente conoscente del signor Bannon e ben informata ha detto che il funzionario della Casa Bianca sta personalmente chiamando i suoi contatti a Roma per consultarli su chi dovrebbe essere l'ambasciatore dell'amministrazione Trump presso la Santa Sede.


Nel corso del viaggio dell'aprile 2014 il signor Bannon ha corteggiato Edward Pentin, un importante giornalista conservatore del Vaticano, come potenziale corrispondente a Roma per Breitbart, il sito web che è popolare con l'alt-destra, un movimento di estrema destra che ha attratto suprematisti bianchi.
"Lui sembrava davvero fare le battaglie che la Chiesa ha bisogno di combattere", ha dichiarato Pentin, l'autore di "Il sartiame di un Sinodo Vaticano?", un libro che afferma che Papa Francesco e i suoi sostenitori spianano gli avversari. La prima di tali battaglie, ha affermato il signor Pentin, era l'attenzione di Mr. Bannon sul contrasto a un "marxismo culturale" che era penetrato nella chiesa.


Dal momento che la visita e l'incontro con il cardinale Burke - un'esperienza che Daniel Fluette, il capo della produzione per Breitbart, sono stati descritti come "incredibilmente potenti" dal signor Bannon - lo stratega ideologico di Mr. Trump ha mantenuto un focus su Roma.


Il signor Bannon è tornato a dirigere il documentario "Torchbearer," in cui il Phil Robertson star dell "Dynasty delle anatre" contempla le conseguenze apocalittiche di uni sgretolamento della Cristianità. Il signor Bannon si è anche riunito con i vecchi amici, compreso l'eventuale corrispondente da Roma per Breitbart, Thomas Williams.




Steve Bannon ha cercato alleanze con quelli di Roma che credono che Papa Francesco stia conducendo la Chiesa cattolica nella direzione sbagliata.
HILARY SWIFT PER IL NEW YORK TIMES
Un ex sacerdote, il sig.Williams ha detto che usava discutere con il signor Bannon sul fatto che il papa avesse sottoscritto un marchio di estrema sinistra della teologia della liberazione, con il signor Bannon che definiva il papa come un "socialista / comunista." Mr. Williams ha detto che di solito ha difeso il papa, ma che recenti dichiarazioni di Francesco lo hanno convinto "Steve ha visto giusto. Questo succede più spesso di quanto si pensi.. "


Le riflessioni private del signor Bannon riguardo al papa sono a volte comparse in pubblico.


Il 23 maggio, il signor Bannon e il signor Williams ha parlato di Papa Francesco sul programma radiofonico Breitbart Daily News.


Discutendo un articolo di Breitbart sul nuovo sindaco di Londra dal titolo "Il Papa saluta l'elezione di Sadiq Khan, celebra la migrazione musulmana di massa in Europa ," Mr. Bannon ha suggerfito che il papa "sembra quasi scaricare la responsabilità sugli uomini che lavorano e le donne d'Italia e in Europa eccetera, che devono andare fuori dalla loro strada per accogliere "la migrazione.


Era forse il papa un elitario globale, ha chiesto il signor Bannon, "due o tre passi tolto questo?"


Molti critici di Francesco esprimono opinioni simili, ma hanno spesso paura di esprimersi per timore di ritorsioni da parte del papa, che, dicono, ha occhi e le orecchie in tutto il Vaticano.


Invece, anonimi critici del papa hanno tappezzato Roma durante il fine settimana con i manifesti di un Francesco dall'aspetto scontroso sopra reclami circa le sue rimozioni e ignorando chierici e cardinali. "Dov'è la tua misericordia?" Ha chiesto.


Conservatori e tradizionalisti in segreto fanno circolare in Vaticano falsi mock-up su l'Osservatore Romano, giornale ufficiale del Vaticano, prendendo in giro il papa. O diffondono un video di YouTube per criticare il papa e la sua esortazione sull'amore nella famiglia, "Amoris Laetitia", che molti tradizionalisti considerano una salva di apertura di Francesco contro la dottrina della Chiesa. Con in sottofondo la musica di "Questo è Amore", un crooner ferito canta: "Quando saremo tutti liberati da questa crudele tirannia, che è Amoris" e "E 'il clima di paura progettato per quattro anni, che è Amoris".


Il cardinale Burke - che ha detto che l'esortazione del papa, che ha aperto la porta per ricevere la comunione ai cattolici divorziati risposati al di fuori della chiesa, potrebbe richiedere "un atto formale di correzione" - è stato insolitamente esplicito nella sua critica di Francesco. Il cardinale Burke e il signor Bannon hanno rifiutato di commentare questo articolo.


Poche settimane fa il papa ha spogliato il cardinale Burke della sua residua influenza istituzionale dopo lo scandalo esploso ai Cavalieri di Malta, un ordine cavalleresco millenario dove era stato esiliato come punizione dal Vaticano. Il papa aveva rimosso il gran maestro dell'ordine, per aver mostrato disobbedienza al papa. C'era un senso nel modo in cui il gran maestro ha seguito la guida del cardinale Burke perché lui esprimeva autorità, un potere che derivava dal suo sostegno da parte dell'amministrazione Trump, ha dichiarato un cavaliere influente.

Il cardinale Burke è diventato un campione dei conservatori negli Stati Uniti. Sotto il signor Bannon, Breitbart Notizie esorta il suo corrispondente da Roma a scrivere su di lui con simpatia. E in una riunione di anti-abortisti del mese di marzo scorso per la manifestazione Vita a Washington, il cardinale Burke ha ricevuto la Law of Life Achievement, o della concessione di chiodo, una replica in cornice del chiodo usato per tenere i piedi di Cristo alla croce. Secondo John-Henry Westen, l'editor di News vita del sito, che ha annunciato il premio, il premio viene assegnato ai cristiani "che hanno ricevuto una pugnalata alle spalle."


Nonostante la grande influenza del signor Bannon a Roma, Burke e altri tradizionalisti non sono in ascesa in Vaticano.


Il Rev. Antonio Spadaro, gesuita che dirige il giornale del Vaticano approvato da La Civiltà Cattolica e che è vicino al papa, ha respinto le loro critiche come l'effetto di una rumorosa ma piccola "cassa di risonanza".


Inoltre ha giocato al ribasso l'effetto dell'ascesa di Mr. Trump, in relazione alla posizione degli avversari di Francesco 'in Vaticano, dicendo che era su solo come "livello di immagine" e "propaganda".


Il papa vuole mantenere la sua direzione e non essere distratto da lotte contro coloro che cercano di tagliargli le gambe, ha detto padre Spadaro. "Si muove in avanti, e si muove avanti molto velocemente."


Egli ha aggiunto che il divieto di Mr. Trump sugli immigrati provenienti da alcuni paesi musulmani è stato "contrario" alla visione del Pontefice su come promuovere l'unità e la pace. Il papa, ha detto padre Spadaro, sta facendo tutto il possibile per evitare lo scontro di civiltà che cercano sia i fondamentalisti islamici che i cristiani.


In effetti, il papa non sembra rallentare.


Qualche giorno dopo l'elezione di Mr. Trump, nella Basilica di San Pietro il Vaticano ha ufficialmente insediato i nuovi cardinali scelti da Papa Francesco, che riflettono l'accento del papa su una chiesa inclusiva - lontana dalla visione del mondo di Mr. Bannon e Burke.


"Non è che stia solo inserendo nuove persone in quello che forse pensa come lui", ha detto dopo la cerimonia il Cardinale Blase Cupich, l'influente nuovo cardinale di Chicago, . "Lui sta trasformando la chiesa nel farci ripensare il modo in cui abbiamo fatto le cose prima."


Questa trasformazione è stata evidente in tarda serata, quando la vecchia guardia conservatrice è venuta a rendere omaggio ai nuovi cardinali.


João Braz de Aviz, un potente cardinale vicino al papa, è andato in giro in semplici abiti da clerico, l'equivalente di abiti civili tra tutte le tonache fluenti. Alla domanda se la salita di Mr. Trump potrà incoraggiare gli alleati del signor Bannon in Vaticano a intensificare la loro opposizione e costringere il papa a prendere una linea più ortodossa, si è stretto nelle spalle.


"La dottrina è sicuro", ha detto, aggiungendo che la missione della Chiesa è stata più per salvaguardare i poveri. E 'stato anche, ha ricordato ai suoi colleghi tradizionalisti, per servire San Pietro, la cui autorità è tramandata attraverso i papi. "E oggi, Francesco è Pietro."

Nessun commento: